05 dicembre 2014

Dictum factum

Centro storico, Via Ospedale: ricordate il crollo di pietre e tegole lungo la strada
Dall'emanazione dell'ordinanza contingibile ed urgente di chiusura della strada (22/09/14), sono passati più di due mesi. 
 Inoltre nell'ordinanza in oggetto si specifica come la messa in sicurezza di questo tratto di strada era stata già prevista con un'altra ordinanza del 06/04/14: sono passati nove mesi.



Pensiamo ci sia stato abbastanza tempo per rimediare a questa situazione che riguarda l'incolumità dei cittadini, la sicurezza, la vivibilità e la viabilità dato che la strada è l'unico modo per raggiungere con un mezzo, per qualsiasi necessità, le vicinanze di abitazioni. 


Ricordiamo che le ordinanze contingibili ed urgenti sono emanate soltanto nelle ipotesi di contingibilità ed urgenza e debbono, conseguentemente, avere una durata limitata nel tempo. Si ricorda infatti, al riguardo, che la durata limitata nel tempo è una caratteristica intrinseca alla stessa nozione di contingibilità e urgenza. 

L'ANNO STA FINENDO A FORZA DI INERZIA...COSA STATE/STIAMO ASPETTANDO? 



20 novembre 2014

Area Gran Sasso Valle Subequana

clicca sul link per approfondire...



18 settembre 2014

Centro storico: quale sicurezza?

Purtroppo ci troviamo a segnalare l'ennesimo crollo nel centro storico di Acciano per la precisione in via Ospedale. Per fortuna non passava nessuno, questa è una delle strade più di passaggio (sia a piedi che con i mezzi) del centro storico.
Il degrado avanza e situazioni di questo tipo sono praticamente ovunque, se nessun ente interverrà concretamente questo paese è destinato alla morte.
Noi pochi abitanti del paese vecchio ormai abbiamo paura ad andare in giro poiché situazioni di questo genere possono accadere in ogni momento e fino a quando non ci sarà una vera e propria tragedia le cose non cambieranno mai.
Inoltre speriamo che l'amministrazione comunale non se ne lavi le mani come più volte ha fatto in altre occasioni simili, chiudendo la strada, transennandola e lasciandola chiusa per mesi, ma ci auspichiamo che intervenga concretamente mettendola in sicurezza e ripristinando il passaggio.



clicca sulla foto per visualizzare il link completo su facebook



06 agosto 2014

6000 Campanili, la risposta

Su NewsTown, quotidiano digitale aquilano, è stato pubblicato oggi un articolo su Acciano e la questione dei fondi del programma 6000 Campanili da noi sollevata.

Nell'articolo si leggono dichiarazioni dell'amministrazione comunale: 
[...] Con la necessità, dunque, del passaggio dal progetto preliminare a quello definitivo, ci si è accorti - stando all'ufficio tecnico comunale - che tutti gli interventi previsti nel progetto preliminare presentato nell'autunno precedente erano sottostimati. Servivano, cioè, più soldi. Per questo, l'amministrazione comunale ha scelto di utilizzare i fondi di '6000 campanili' esclusivamente la piazza principale del paese. L'intervento è stato deliberato dalla giunta il 28 giugno, mentre il 2 agosto sono stati affidati i lavori alla chietina Strade e ambiente Srl. [...] Dal canto suo, l'amministrazione comunale sostiene che sia stata compiuta una scelta obbligata, concentrando i fondi di '6000 campanili' per la piazza principale, e i 3 milioni autorizzati per il Piano di Ricostruzione anche per le vie del centro storico. [...]

La nostra posizione è chiara: non si può aspettare ancora di intervenire nel centro storico di Acciano, a prescindere dal Piano di ricostruzione e dai suoi lunghi tempi, al quale non si può demandare e rimandare ogni tipo di intervento. Crediamo che il decoro pubblico e una decente pavimentazione viaria su strade agibili e abitate è qualcosa di diverso dal post-terremoto, ed è un problema che c'era già tempo prima di questo. E' un diritto dei cittadini che diventa giustamente reclamabile quando c'è la possibilità di intervenire ma non lo si fa (1Milione di euro). E se il problema è la sottostima dei costi, se l'amministrazione avesse agito a rigor di logica e urgenza, avrebbe dato priorità alle vie in questione che sono in questo stato da un paio di decenni, intervenendo in modo minore sulla piazza principale che è stata già sistemata anni fa.
 


Si ringrazia la redazione di NewsTown per l'attenzione.

25 luglio 2014

Giornata Ecologica

L'associazione informa che 

DOMENICA 27 LUGLIO, DALLE ORE 9:00

ci sarà la GIORNATA ECOLOGICA 

per la pulizia della Fontana Lavatoio
 ( visto il recente svuotamento dell'acqua )



Tutti sono invitati a partecipare!


23 luglio 2014

6000 Campanili: un'occasione persa?

Nella prima graduatoria di Gennaio del programma 6000 Campanili, il comune di Acciano è stato ammesso al finanziamento di 990mila euro per interventi di categoria B: Realizzazione e manutenzione di reti viarie e infrastrutture accessorie e funzionali o reti telematiche di NGN e Wi-Fi.

Per poter partecipare alla richiesta di finanziamento, il comune ha approvato con delibera di giunta il 12 Ottobre 2013 il progetto preliminare 'Lavori di intervento di riqualificazione urbana reti viarie comunali del capoluogo e delle frazioni.'
ll progetto preliminare prevedeva per il capoluogo Acciano, la riqualificazione della piazza principale e la sistemazione di alcune vie del centro storico.

Il 28 Giugno 2014, la giunta comunale delibera l'approvazione del progetto definitivo esecutivo: negli interventi relativi al capoluogo Acciano si legge "Intervento in Acciano capoluogo con la riqualificazione della Piazza Principale e delle adiacenze".
 
- Per quanto riguarda la Piazza Principale, non ci sono dubbi: sarà sistemata e riqualificata. Un intervento previsto sarà realizzato. Tutto nella norma.

- Le vie del centro storico invece? Non sono più menzionate nel progetto definitivo e quindi non sarà effettuato nessun intervento di riqualificazione!

Ci chiediamo come mai e con quali criteri l'amministrazione comunale ha deciso di escludere dagli interventi la rete viaria del centro storico di Acciano, nonostante la stessa amministrazione ha riconosciuto e validato la necessità di questi interventi nel progetto preliminare presentato per l'ammissione al finanziamento.

- La rete viaria del centro storico presenta una pavimentazione discontinua e adeguata solo in alcune zone, sistemate recentemente anni fa. 
Ad oggi non c'è un percorso decoroso e decente che dalla Piazza Principale attraversa il centro storico (o quanto meno le zone dove abitano i cittadini). 

- Ricordiamo Via dei Cordoni e la piazzetta 'Porta Martina', dove è presente da DECENNI una pavimentazione degradata di CATRAME (in alcuni punti anche ricoperta da lingue di cemento messo a copertura delle tubazioni del gas metano).

- Così come Via San Leonardo (che collega Via dei Cordoni a Via G. Catoni e quindi alla Piazza principale) pavimentata adeguatamente solo per metà e per la restante parte coperta di uno strato di vecchio CEMENTO non livellato e lingue di cemento delle tracce del metano. 


Rispettando l'impegno preso nella presentazione del progetto preliminare e quindi intervenendo anche solo su queste due vie, si sarebbe potuto creare un percorso decente e riqualificare un minimo il centro storico e la rete viaria, iniziando a muovere i primi passi verso quella riqualificazione maggiore e tempisticamente lunga che si spera verrà realizzata con il piano di ricostruzione.

Un'occasione persa che rammarica noi cittadini, fino ad ora fiduciosi dell'effettiva realizzazione di questi interventi, in quanto così specificato nel progetto preliminare. 

Un'occasione persa per l'amministrazione comunale, che non ha tenuto fede agli impegni presi di fronte e a nome dei cittadini, non ha dimostrato coerenza tra l'ammettere una necessità e il non-intervenire nonostante la concreta realizzabilità economica e progettuale.


A quando (e con quali fondi) verranno rimandati gli interventi di riqualificazione viaria del centro storico?


06 giugno 2014

Cronoscalata di Acciano

Purtroppo vi informiamo che la cronoscalata è stata annullata.
 

Domenica 22 giugno 2014, si svolgerà il 1° Slalom di Acciano: una cronoscalata con partenza dopo il palazzo comunale e arrivo alla chiesa della Madonna di Loreto. La partenza è prevista per le ore 11:00 circa.




02 giugno 2014

Processione di Sant'Erasmo

Le foto della processione di Sant'Erasmo, del 2 Giugno 2014, con partenza da Beffi.
Clicca su una foto per guardarle tutte sulla nostra pagina facebook.


03 marzo 2014

Campagna per l' autocompostaggio

Comunità Montana Sirentina: Una Montagna di Rifiuti in Meno , la Campagna per la Promozione e l'Attuazione dell' Autocompostaggio è giunta alla fase di distribuzione dei composter ai cittadini che hanno aderito. I comuni coinvolti nel progetto sono 12: Acciano, Castel Di Ieri, Castelvecchio Subequo, Fontecchio, Gagliano Aterno, Goriano Sicoli, Molina Aterno, Ocre, San Benedetto In Perillis, San Demetrio Né Vestini, Secinaro, Tione Degli Abruzzi. 

Nei contenitori del compost andranno buttati i rifiuti umidi. Questi ultimi si trasformeranno poi in compost da utilizzare come fertilizzante. Il tutto riducendo i costi per il trasporto e lo smaltimento, garantendo dei risparmi in bolletta.

Leggi il depliant informativo dal sito ufficiale della campagna www.sirenteincompost.it




Ad inaugurare la fase di attuazione è stato il Convegno dal titolo Strategie per la Riduzione dei Rifiuti nei Territori Montani , che si è tenuto il giorno 20 febbraio 2014 presso la sede della Comunità Montana Sirentina.
La campagna è partita nei primi mesi del 2013. L’iniziativa è nata grazie alla partecipazione da parte della Comunità Montana Sirentina al “Bando Pubblico per l’attribuzione di Contributi Economici a Enti Pubblici e Soggetti Privati, Singoli o Associati, Fondazioni e Associazioni per Interventi ed Iniziative in Materia Ambientale” pubblicato nell’Aprile del 2011 dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Il progetto è  supportato dal contributo e dalla collaborazione di Cogesa Spa, mentre l’ideazione e l’attuazione della campagna sono della Ecogest Società Cooperativa.

I cittadini di Acciano, e degli altri comuni, che intendono aderire al progetto Una Montagna di Rifiuti In Meno ed ottenere una compostiera , devono compilare il modulo di adesione, reperibile presso gli uffici comunali o, in alternativa, scaricabile dal sito www.sirenteincompost.it e consegnarlo all'ufficio protocollo del comune.
Aternostrum e l'amministrazione comunale di Acciano invitano tutti i cittadini che non hanno ancora aderito a partecipare al progetto!!
 

11 gennaio 2014

6000 Campanili: Acciano ottiene i fondi!

  
Il ministro delle Infrastrutture ha firmato e inviato alla Corte dei conti il decreto con la graduatoria dei Comuni ammessi a finanziamento per il primo programma 6.000 campanili.


Con il fondo di 100 milioni di euro stanziato nel decreto del Fare sono stati finanziati 115 progetti. In Abruzzo, sono 5 i progetti finanziati. Due nella provincia di Teramo, Crognaleto (973mila euro) e Cermignano (1milione di euro). Tre nella provincia dell'Aquila: Scoppito (647mila euro), Pacentro (970mila euro), e Acciano (990mila euro per interventi di categoria B ovvero Realizzazione e manutenzione di reti viarie e infrastrutture accessorie e funzionali o reti telematiche di NGN e Wi-Fi). 

L'amministrazione comunale è stata attenta e veloce nel presentare la domanda: infatti i fondi per i primi 115 comuni, distribuiti nel click day del 24 ottobre scorso, sono praticamente andati bruciati nel giro di due minuti e mezzo, a partire dalle 9 del mattino, quando si è aperta la corsa alla presentazione delle domande on line.

10 gennaio 2014

Autonoma sistemazione, assolto il sindaco di Acciano


Assolto il sindaco di Acciano Fabio Camilli e quattro cittadini residenti del paese. Nessun rinvio a giudizio. La decisione è stata presa dal gup di Sulmona, che non ha accolto le richieste della Procura, dichiarando il non luogo a procedere nei confronti di tutti gli imputati perché i fatti non sussistono. 

La procura della Repubblica di Sulmona aveva aperto l' inchiesta a dicembre 2011,
per presunti illeciti nei contributi di autonoma sistemazione post sisma. In particolare il sindaco, era accusato di omissione di atti di ufficio e di non aver attivato i controlli per evitare una presunta truffa allo Stato.